Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 20 Aprile |
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

Il giorno in cui l’architetto di una chiesa si prese gioco del diavolo

web-munich-germany-cathedral-shutterstock_94173439-goran-bogicevic-ai

Shutterstock / Goran Bogicevic

Daniel R. Esparza - pubblicato il 25/10/16

All'ingresso della Frauenkirche a Monaco di Baviera, una strana impronta nasconde una leggenda…

All’ingresso della cattedrale di Monaco di Baviera, la Frauenkirche, si vede un’impronta, conosciuta come “impronta del diavolo”. Attorno ad essa si è tramandata una storia che ha come protagonista l’architetto della cattedrale, Jörg Von Halsbach.

Al entrar a la Catedral de Munich, la Frauenkirche, se puede ver una huella, en un punto específico del ingreso a la nave. Esa huella es conocida como la pisada del diablo.

La leggenda narra che Halsbach, ricevuto l’incarico di costruire la cattedrale di Monaco, avesse fatto un patto con il diavolo: se quest’ultimo non avesse interferito nella costruzione della cattedrale causando incidenti che avrebbero rallentato i lavori, lui l’avrebbe costruita senza finestre. Se non fosse stato così, Halsbach gli avrebbe dato la sua anima.

Il diavolo ovviamente accettò volentieri l’accordo, perché costruire una cattedrale senza finestre sarebbe come realizzare un’auto senza ruote, per così dire.

Al estar terminada, el diablo se asomó a la entrada y no pudo ver ninguna ventana: el ventanal del fondo estaba cubierto por un inmenso retablo, y Halsbach había dispuesto las columnas internas de la catedral de tal manera que, desde ese punto, no dejaran ver ninguna ventana

Halsbach terminò dunque la cattedrale in appena 20 anni. Un fatto eccezionale, poiché la costruzione di una cattedrale può impiegare diverse generazioni prima di essere conclusa.

Finita la costruzione, il diavolo si affacciò all’ingresso (il demonio non può entrare dentro una cattedrale, per ovvie ragioni) e non poté vedere alcuna finestra: la finestra in fondo era coperta da un’enorme pala, e Halsbach dispose le colonne interne della cattedrale in modo che, dall’ingresso, non fosse possibile scorgere alcuna finestra.

Il diavolo lasciò quel luogo ingannato e frustrato, lasciando la sua orma proprio nel punto in cui è impossibile vedere le finestre.

Tags:
architetturadiavologermania
Top 10
See More