Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 24 Aprile |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Cos’è la Pentecoste, quando è nata questa festa e come si celebra – il tutto spiegato da un frate!

Holy Spirit

Fred de Noyelle | Godong

Catholic Link - pubblicato il 20/05/21

Quanto è importante tener presente lo Spirito Santo nella nostra vita, sforzarci di conoscerlo, di coltivare uno stretto rapporto con Lui!

di Silvana Ramos

Manca poco alla celebrazione della Pentecoste, e per me questa celebrazione significa molto. Una volta vi racconterò la storia, ma ha a che vedere con la mia nascita e il mio ritorno a casa dopo molti anni di assenza.

La Pentecoste è una grande festa, e il suo significato non è da meno. Con la venuta dello Spirito Santo, Gesù rende tangibile la promessa che ha lasciato il giorno della sua Ascensione al cielo: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28, 20).

Quanto è bella questa promessa! Ricordo che la prima volta che l’ho letta non sono riuscita a contenere lacrime di emozione. Da quel momento, ogni volta che mi sento sola ricorro a questa frase. È quasi come trovarmi con l’abbraccio di Cristo, che rimane anche se tutto passa.

Tornando alla Pentecoste, mia nonna diceva che lo Spirito Santo è un cavaliere, non appare se non viene chiamato, il che non vuol dire che non sia presente. Ci viene sempre incontro se lo invochiamo nelle necessità.

Per questo, e con l’obiettivo di comprendere molto meglio cosa sia la Pentecoste, condivido con voi un ottimo video di fra’ Abel de Jesús. Comprenderemo cosa significa questa festa, quando è nata e come si celebra.

Lo Spirito di Dio è quello che ci illumina con la sua sapienza…

… e ci concede i doni necessari per la nostra missione sulla terra. A volte lo dimentichiamo, ma quanto è importante tenerlo presente tutti i giorni della nostra vita, sforzarci di conoscerlo, di coltivare uno stretto rapporto con Lui!

La riflessione di fra’ Abel mi fa pensare ai patti di Dio. Questi 50 giorni che celebriamo la domenica di Pentecoste, oltre ad essere un dono, ci ricordano che Dio non infrange mai i patti che fa con gli uomini.

Siamo noi ad avere la brutta abitudine di infrangerli! Una, due, mille volte… Cristo, però, conoscendo la nostra natura intaccata dal peccato originale, viene a restaurarla con la Sua stessa vita.

E ci lascia anche il Suo Spirito per continuare il cammino verso la nostra vera casa, la casa del Padre.

Quanto è grande l’amore di Dio!

Quanto è misteriosa la sua azione! Lo abbiamo rifiutato tante volte, ma Lui non si stanca mai, viene a cercarci in tutto il corso della storia, trascendendo luoghi e tempo.

La sua salvezza è stata attuale per tutti coloro che lo aspettavano fin dall’Antico Testamento, e lo è anche per noi e per le generazioni future.

Se solo potessimo comprendere un po’ l’ampiezza del suo amore, non ci sarebbe altro cammino possibile che seguirlo.

Se volete conoscere un po’ meglio questa splendida festa e prepararvi in modo particolare a celebrarla, vi raccomandiamo questo Ritiro con lo Spirito Santo ospitato su Hozana, un bellissimo progetto cattolico che riunisce diverse comunità di preghiera. Qui potrete trovare riflessioni ideali per questo periodo, conoscere un po’ meglio i doni dello Spirito Santo e comprendere come agiscono nella vostra vita.

Fateci sapere nei commenti cosa provate in vista della Pentecoste. Sapevate di cosa si trattava? Che ve ne è sembrato della spiegazione di fra’ Abel?

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Tags:
fratepentecoste
Top 10
See More