Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Cosa direbbero queste 3 Santa Teresa alle madri scoraggiate o frustrate

WORRIED

Giuseppe Milo-(CC BY 2.0)

Marlena Bessman-Paliwoda - pubblicato il 10/06/21

Quando le tentazioni comuni distraggono le madri dalla loro vocazione, possono trovare ispirazione nella saggezza di queste sante

Quando leggiamo storie relative a queste tre donne, ci rendiamo conto di quanto possano essere un’autentica fonte di ispirazione per la vita di qualsiasi famiglia, con i suoi momenti sia di gioia che di scoraggiamento. Diamo un’occhiata alle risposte di queste tre sante a tre “tentazioni” comuni allo scoraggiamento e alla frustrazione per i genitori.

“Il mio lavoro è inutile”, “Sono stanco/a delle sciocchezze dei miei figli”, e “Sembra come se non dovesse mai finire” sono pensieri e sentimenti che si presentano spesso nei momenti difficili, e a cui Madre Teresa, Teresa di Lisieux e Teresa d’Avila rispondono in modi sorprendentemente chiari.

Madre Teresa sulla tentazione di dire “Il mio lavoro è inutile”

MOTHER TERESA

Cambiare pannolini e svegliarsi ogni notte per confortare il proprio bambino che piange non è una routine associata comunemente a una carriera di successo. Potrebbe far pensare a una madre o a un padre scoraggiati “Perché ho studiato tutti questi anni? Che bene è derivato da tutte le lezioni che ho seguito e dal titolo che ho conseguito?”

La pressione per riuscire nel lavoro e fare qualcosa che il mondo considera “grande” a volte può essere difficile da gestire. Vi è mai capitato?

Madre Teresa ha detto saggiamente che non siamo chiamati ad avere successo, ma ad essere fedeli: fedeli alla volontà di Dio, nelle cose piccole e grandi. Se un atto particolare può sembrare insignificante, se è la volontà di Dio per noi diventa importante.

Da questo punto di vista, cambiare ogni giorno i pannolini non è fedeltà alla volontà di Dio per noi come genitori? Allevare i figli con amore per quanto possiamo non è un grande successo?

Teresa di Lisieux sulla tentazione di dire a se stesse “Sono stanco/a delle sciocchezze dei miei figli”

Therese of Lisieux

Quando sentiamo di non riuscire più a sopportare le sciocchezze dei figli, vale la pena di meditare su queste citazioni di Santa Teresa di Lisieux:

“Dovete pregare Dio perché vi aiuti a superare questi ostacoli, o sopportarli con gentilezza. Ora comprendo che la perfetta carità consiste nel sopportare i difetti degli altri e nel non rimanere sorpresi dalle loro debolezze, nell’essere edificati dai più piccoli atti di virtù che si vede che praticano”.

Essere edificati dalle virtù e dai successi dei nostri figli e notare le loro qualità è fondamentale, e può aiutarci a superare il fastidio o la rabbia per le loro debolezze e i loro errori. Concentrarsi troppo su quello in cui i figli sbagliano può inoltre portare a notare sempre meno i loro aspetti positivi.

Teresa d’Avila sulla tentazione di dire “Sembra come se non dovesse finire mai”

SAINT-TERESA-OF-AVILA-GERARD-10-15-15-WikiMedia-PD

Magari il periodo in cui il bambino mette i denti sembra destinato a non finire mai. Sembra che non dormirà mai di notte, e poi inizierà a crescere e via con i capricci.

Si potrebbe essere tentati di gettare la spugna. La nostra piccola voce interiore sussurra: “Sono destinato a vivere questa situazione per sempre. Non finirà mai!”

Santa Teresa d’Avila risponderebbe che “tutto passa”. Per trovare la luce e la gioia di essere genitorie, ciò che dobbiamo fare è abbandonarci a Dio. Ecco cos’ha scritto:

“Nulla ti turbi, nulla ti spaventi.

Tutto passa, solo Dio non cambia.

La pazienza ottiene tutto.

Chi ha Dio non manca di nulla: solo Dio basta!”

Tags:
genitori e figlisanta teresa d'avilasanta teresa di calcuttasanta teresa di lisieuxsanti e beati
Top 10
See More