Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Si suicida un ex sacerdote in carcere per abusi sessuali

John Burger - pubblicato il 08/02/22

Robert McWilliams si era dichiarato colpevole nel luglio scorso delle accuse di traffico sessuale e pedopornografia

Robert D. McWilliams, ex sacerdote della diocesi di Cleveland (Ohio, Stati Uniti), che stava scontando una condanna all’ergastolo per abusi sessuali, è morto venerdì 4 febbraio a 41 anni.

Secondo Fox 8, l’ufficio del medico legale di Union County ha affermato che McWilliams è morto per suicidio. La Federal Bureau of Prisons ha dichiarato che l’uomo, arrivato lunedì al penitenziario di Allenwood, in Pennsylvania, è stato trovato in stato di incoscienza appena prima dell’una del mattino.

McWilliams si era dichiarato colpevole nel luglio scorso delle accuse federali di traffico sessuale, pedopornografia e sfruttamento minorile. All’epoca, un resoconto di Pillar aveva sottolineato gli abusi emotivi che McWilliams, ordinato nel 2017, aveva esercitato su un adolescente a Cleveland. L’articolo indicava che aveva invocato il “sigillo della Confessione” per non diffondere alcuni aspetti del suo rapporto con il ragazzino.

Secondo il rapporto, McWilliams aveva usato un numero di cellulare falso per fingersi una compagna di classe del ragazzino, e a poco a poco lo ha manipolato facendogli mandare delle foto nude di se stesso a quel numero. Creando un secondo numero falso e fingendo di essere la migliore amica della compagna, ha poi minacciato di parlare ai genitori del ragazzino delle azioni del figlio, spingendolo a continuare anche se lui voleva mettere fine alla cosa.

Il sacerdote è stato accusato di usare l’app Grindr per fissare incontri sessuali con ragazzini minorenni.

Venerdì mattina, McWilliams è stato portato all’Evangelical Community Hospital di Lewisburg (Pennsylvania), dov’è morto alle 2.18. Sabato verrà effettuata l’autopsia.

WKYC, che ha riferito per primo della morte di McWilliams, ha dichiarato che la diocesi di Cleveland ha diffuso una dichiarazione dicendo: “Abbiamo saputo questo pomeriggio della morte di Robert McWilliams. Poniamo questa e tutte le situazioni difficili nelle mani di Dio. Continueremo a pregare per le persone ferite dalle sue azioni. Dio sia la fonte della loro guarigione”.

Tags:
abusi sessualisuicidio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!