Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 20 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Arcivescovo Shevchuk: “Sentiamo che San Michele e gli angeli lottano per l’Ucraina”

SVIATOSLAV SHEVCHUK

GENYA SAVILOV | AFP

John Burger - pubblicato il 08/03/22

L'arcivescovo della Chiesa greco-cattolica si rivolge ai fedeli ogni giorno in video dal suo rifugio a Kiev, esortandoli a mantenere viva la speranza. Nel suo intervento di venerdì, ha affermato che alcuni fedeli dicono di aver visto degli angeli

L’arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica ucraina, parlando ogni giorno da un rifugio antiaereo a Kiev, ha rivolto un appello urgente a prevenire un disastro ambientale per superare il quale potrebbero volerci secoli.

Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk si è espresso in un messaggio video venerdì su un incendio scoppiato nella centrale nucelare più grande d’Europa, a Zaporitsia, nel contesto di intensi combattimenti con le forze russe. Il fuoco è stato domato, ma il complesso è ora in mano ai Russi.

“Bisogna fare tutto il possibile per fermare immediatamente questa guerra”, ha dichiarato Shevchuk. “Si sta trasformando davanti ai nostri occhi non solo in una catastrofe umanitaria, ma anche in un attacco irreversibile alla creazione di Dio che per decenni, per secoli, sarà impossibile invertire”.

L’Ucraina, ha detto, affronta una minaccia che potrebbe essere 10 volte peggiore dell’esplosione e dell’incendio del 1986 nella centrale nucleare di Chernobyl, da cui colonne di nubi radioattive si sono spostate verso il nord e l’ovest sopra l’Europa.

Menzionando che sono già più di mezzo milione gli Ucraini giunti in Polonia, Moldavia e in altri Paesi vicini, Shevchuk si è quindi rivolto ai rifugiati dicendo: “Stiamo aspettando che torniate a casa quando l’Ucraina avrà cieli pacifici, e vostra Madre, la Chiesa, vi accompagnerà”.

Testimonianze sugli angeli

Shevchuk ha anche ringraziato l’esercito ucraino per la sua difesa del Paese, e ha affermato che l’Ucraina “è in piedi e lotta”, ma anche che “sta pregando”.

“Qui a Kiev sentiamo che il patrono della nostra città è l’arcangelo Michele, che con il grido ‘Chi è come Dio?’ ha gettato nell’abisso Lucifero, colui che si è levato contro la verità di Dio ed è stato il capo degli eserciti diabolici. Oggi percepiamo che l’arcangelo Michele, insieme a tutte le Milizie Celesti, sta lottando per l’Ucraina. Molte persone si rivolgono a me e mi dicono di aver visto angeli luminosi sulla terra d’Ucraina”.

“Oggi preghiamo: Arcangelo Michele e tutte le potenze del Cielo, lottate per l’Ucraina! Abbattete quel demonio che ci attacca e ci uccide, portando devastazione e morte!”.

E ha concluso: “O Dio, benedici l’Ucraina! O Dio, ferma la guerra! La forza della nostra preghiera, rafforzata dalla tua grazia, si trasformi in uno scudo di fede per la nostra patria. O Dio, concedi la pace all’Ucraina!”

Tags:
arcivescovosan michele arcangeloucraina
Top 10
See More