Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 04 Marzo |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Ucraina: i bambini pregano la Divina Misericordia per la fine della guerra

Crianças rezam pelo fim da guerra na Ucrânia

@WSanchezSilva | Twitter (Captura de Tela)

Francisco Vêneto - pubblicato il 09/03/22

Suore e bambini della Casa della Misericordia hanno dovuto fuggire dai missili

I bambini ucraini stanno pregando la Divina Misericordia per la fine della guerra nel loro Paese. Nella Casa della Misericordia di San Nicola, a Ivano-Frankivsk, 18 bambini hanno recitato il Rosario della Divina Misericordia tutti i giorni per chiedere a Dio il cessate il fuoco e il ristabilimento della pace.

Sabato scorso, suor María Cor Dulce, dell’ordine religioso del Verbo Incarnato, ha condiviso con l’agenzia cattolica di notizieACI Prensa le immagini di suor Maria Laskava, religiosa ucraina, che prega con i bambini.

Suor María Cor Dulce ha riferito di aver vissuto in Ucraina per 10 anni, e che la casa di accoglienza è stata fondata nel 2004 per accogliere bambini poveri, abbandonati o in situazione di rischio.

Nella guerra promossa dal Governo russo contro il Paese vicino, sono già caduti dei missili nel quartiere della struttura, obbligando le religiose e i bambini a rifugiarsi in un villaggio lontano.

“Prima dell’esplosione dei missili, le suore sono andate via con i bambini, con il poco che avevano, e si sono rifugiati in una cittadina lontana da Frankivsk, nella regione dei Carpazi. Si trovano in casa della famiglia di suor Meru”.

Nella stessa casa sono state ospitate anche due religiose della comunità di Kramatorsk, ugualmente costrette a fuggire per l’offensiva russa. In questo panorama e per via del rapido deterioramento della situazione, suor María Cor Dulce aggiunge che “l’unica cosa che resta è pregare”.

Decine di altre comunità di religiose e religiosi in Ucraina stanno lottando eroicamente per continuare a rispettare le loro promesse davanti a Dio e ai fratelli nonostante la brutalità della guerra.

Top 10
See More