Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 22 Febbraio |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Bambina canta nel rifugio antiaereo per calmare i coetanei (VIDEO)

AMELIA - LET IT GO

Marta Smekhova | Facebook | Fair Use

Angeles Conde Mir - pubblicato il 31/03/22

Amelia, 7 anni, allietava le lunghe ore in un bunker di Kiev con la sua voce angelica e la sua tenerezza

Qualche giorni fa ha fatto il giro del mondo un video in cui una bambina cantava in rifugio antiaereo di Kiev, la capitale ucraina. La piccola Amelia, sorridente, intonava il tema principale di quello che probabilmente è uno dei suoi film preferiti, Frozen, della Disney.

All’inizio, la piccola sembrava un po’ intimidita dalla situazione, prima di decidersi a cantare. Nel video si vedono altre persone nel rifugio, immerse in occupazioni che abbandonano immediatamente alle prime note della canzone di Amelia. La voce della bambina riempie tutto, mentre molti registrano con il cellulare l’esibizione della giovane artista. Al termine della canzone, Amelia sorride e si sentono gli applausi.

Il video ottiene milioni di visualizzazioni sulle reti sociali. La tenerezza del momento riflette anche l’atrocità della guerra, che costringe i bambini a nascondere la propria infanzia in un bunker.

La canzone di Amelia è diventata così famosa che perfino i compositori della colonna sonora del film l’hanno trovata su Internet.

Kristen Anderson-Lopez, autrice del tema Let it go, ha ritwittato il video con un messaggio affettuoso per Amelia: “Mio marito ed io abbiamo scritto questa canzone come parte di una storia sulla guarigione di una famiglia che soffriva. Il modo in cui la canti è come una magia che illumina il tuo cuore e cura tutti coloro che l’ascoltano. Continua a cantare! Ti ascoltiamo!”

Dopo sei giorni nel bunker, in cui acqua e cibo iniziavano già a scarseggiare, i genitori della bambina hanno deciso di mandarla in Polonia. Ha viaggiato per due giorni insieme al fratello di 15 anni fino ad arrivare nel Paese vicino, dove li aspettava la nonna. La madre si è già riunita con loro, mentre il padre resta a Kiev.

La canzone di Amelia è arrivata anche alle orecchie degli organizzatori del concerto benefico Together with Ukaine, svoltosi nella città polacca di Łódz, che hanno voluto che fosse la bambina ad aprire lo spettacolo intonando l’inno nazionale ucraino, intitolato Ще не вмерла України, ovvero L’Ucraina non è ancora morta. Amelia ha cantato a cappella in mezzo a un silenzio totale, illuminata dalle luci di migliaia di cellulari che registravano la sua toccante esibizione.

In mezzo alla disgrazia di essere diventata dalla mattina alla sera rifugiata, Amelia è riuscita a realizzare il sogno di cantare davanti a un grande pubblico, anche insieme a una delle sue cantanti preferite, l’ucraina Tina Karol, che ha condiviso con lei il palco.

Tags:
bambinacanzonedisneyucraina
Top 10
See More