Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 16 Aprile |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

«Una pioggia di medaglie miracolose» sull’Ucraina 

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
pere-vasyl.png

Padre Vasyl Bilash

Bérengère de Portzamparc - pubblicato il 04/04/22

Una nizzese che conosce bene l’Ucraina ha deciso di agire a modo suo inviando «una pioggia di medaglie miracolose» in tutto il Paese. Le prime sono appena arrivate a Leopoli.

Marie-Aude Tardivo traduce in francese dal russo, dall’ucraino e dall’inglese, e vive a Nizza. Il suo cuore però batte per l’Ucraina, dove ha trascorso tre anni – durante i quali ha lavorato nell’Università Cattolica di Ucraina. 

Di quel periodo della sua vita ha conservato numerose amicizie, che ha subito contattato quando la Russia ha sferrato l’offensiva militare in Ucraina. «Che posso fare per voi?», ha chiesto ai suoi amici mentre si sentiva impotente davanti all’orrore della guerra. «Mandi delle icone francesi di Maria ai soldati», le rispose padre. Vasyl Bilash, suo caro amico, prete della chiesa greco-cattolica d’Ucraina. Solo che non si venerano poi tante icone, caratteristicamente, in Francia: le medaglie vanno di più. Allora Marie-Aude ebbe un’idea, ispiratale dal suo amore alla Vergine Maria: 

Con alcuni amici, Marie-Aude ha comprato mille medaglie miracolose e, superando le aspettative, ne ha recuperate altre 4mila tramite una donazione. Al contempo faceva imprimere cartoline in cui si spiegava in ucraino la storia di Rue du Bac e si recava tradotta la scritta “O Maria, concepita senza peccato, pregate per noi che ricorriamo a voi”. 

enfants-et-carte.jpg

Poi la quarantenne madre di famiglia chiese aiuto alla scuola primaria di suo figlio perché le medaglie venissero legate alle cartoline con un filo dai colori dell’Ucraina. Ed ecco che gli alunni della scuola Sainte Rita di Nizza sono diventati piccoli operai. Animata da questo progetto, del quale dice che “va oltre lei”, Marie-Aude vorrebbe che la sua piccola iniziativa spiccasse il volo «perché una pioggia di medaglie cada sull’Ucraina». 

les-medailles.png

Quasi 600 medaglie sono già partite e arrivate a destinazione, come testimonia padre Vasyl Bilash, che ha mandato a Marie-Aude delle foto accompagnate da questo messaggio: 

Glory be to Jesus Christ ! Dear friends, we just got medals prepared and sent by Marie-Aude. So, thank you so much for your prayers, your memory and compassion. Now we feel the support from all over the world, we are one body of Christ, one Church. « And whether one member suffer, all the members suffer with it; or one member be honoured, all the members rejoice with it. » 1 Corinthians 12:26 KJV 

Gloria a te, Signore Gesù! Cari amici, abbiamo appena ricevuto le medaglie preparate e inviate da Marie-Aude. Grazie mille per le vostre preghiere, dunque, per il vostro ricordo e per la vostra compassione. Ora sentiamo il sostegno di tutto il mondo, siamo un unico corpo di Cristo, un’unica Chiesa. «E se un membro soffre, tutte le membra soffrono con esso; se un membro è onorato, tutte le membra si rallegrano con esso» (1Cor 12,26). 

P. Vasyl 
eglsie-ukraine.png

Nelle foto inviate da padre Vasyl Bilash si può scorgere, oltre alle medaglie, la statua della Vergine di Fatima, quella che il prete è andato a cercare a Varsavia per riportarla a Leopoli lo scorso 18 marzo. Sicuramente Maria è presente e guida i passi dei suoi figli attraverso le frontiere. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

vous devez
Vous n'avez
En créant

Tags:
guerramedaglia miracolosarussiaucraina
Top 10
See More