Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 22 Febbraio |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Quel che si sa dell’infanzia della Vergine Maria 

The_Childhood_of_the_Virgin-aurimages_0045981_40461.jpg

HERITAGE IMAGES | AURIMAGES

Francisco Zurbarán, L'infanzia della Vergine, circa 1660, Museo dell'Ermitage, San Pietroburgo

Philippe-Emmanuel Krautter - pubblicato il 20/04/22

La Madre di Gesù, chiamata Myriam (in ebraico “l’amata di Dio”) occupa un posto privilegiato nella Chiesa, pur restando in assoluta discrezione davanti al Figlio. Che cosa sappiamo, però, della sua infanzia?

La Bibbia non è affatto prolissa sulle origini di Maria? Sappiamo che nacque da sant’Anna e da san Gioacchino. I suoi genitori la chiamarono Myriam e probabilmente visse a Nazaret, un paesino di Galilea, anche se altre tradizioni suggeriscono pure le città di Gerusalemme, con la presunta “casa di Anna” o ancora Betlemme. 

Tuttavia, leggendo i diversi Vangeli non apprendiamo altro su questo personaggio, che pure è il secondo nella Chiesa dopo Gesù. Solo la tradizione dei vangeli apocrifi propone qualche elemento supplementare, e questi – pur senza appartenere al dogma di fede – rischiarano un poco quel che potè essere l’infanzia della Madre di Dio. 

Così il Protovangelo di Giacomo precisa che Gioacchino non riuscì a consolarsi della sterilità della moglie Anna. Mentre però Gioacchino era lontano, nel deserto, per quaranta giorni, l’angelo del Signore apparve alla sua sposa per annunciarle che presto avrebbe generato, perpetuando dunque la lunga dinastia delle donne sterili della Bibbia ascoltate dal Signore e da lui messe in condizione di dare i natali a creature destinate a esistenze gloriose. 

Maria, secondo la tradizione, sarebbe dunque nata sette mesi dopo questo santo annuncio. La festa della Natività della Vergine è celebrata ogni anno l’8 settembre. 

L’Immacolata Concezione 

Sottolineiamo soprattutto che l’8 dicembre 1854 il dogma dell’Immacolata Concezione ufficializzò in qualche modo quegli scritti apocrifi che evocano l’infanzia di Maria. Papa Pio IX decretava effettivamente, nella bolla Ineffabilis Deus

Dichiariamo, pronunciamo e definiamo che la dottrina che ritiene che la beata Vergine Maria sia stata, fin dal primo istante della sua concezione e per una grazia e un favore singolari di Dio onnipotente, in vista dei meriti di Gesù Cristo, salvatore del genere umano, preservata intatta da ogni sozzura di peccato originale, è una dottrina rivelata da Dio, e che pertanto dev’essere creduta fermamente e costantemente da tutti i fedeli. 

La festa dell’Immacolata Concezione, rigettata da ortodossi e protestanti, fu dunque stabilita nella data dell’8 dicembre, nove mesi prima della Natività della Vergine. Questa purezza originale di Maria si sarebbe prolungata con quella della concezione del suo santo figlio, per esprimere la quale si parla di Incarnazione. 

Se i testi canonici non ci offrono maggiori dettagli sulla giovane Maria, non bisogna tuttavia dubitare che la giovane, docile ai suoi genitori, dovette dar prova di pietà e fervore fin dai primi anni della sua vita. Una infanzia degna di una vita di docilità totale a Dio. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Tags:
mariamaria verginetradizionivangeli apocrifivergine maria
Top 10
See More