Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 28 Novembre |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

P. Steven Labat, giovane sacerdote della diocesi di Parigi, trovato morto nel Sinai

STEVEN-LABAT-DESERT.jpg

@communautedelemmanuelfrance

Bérengère de Portzamparc - pubblicato il 14/05/22

Il sacerdote 32enne stava scalando le montagne del Sinai, in Egitto, quando probabilmente è rimasto vittima di una caduta fatale

“È con grande tristezza che annunciamo la morte di Steven Labat, il nostro fratello sacerdote egiziano. Il corpo di Steven è stato trovato dalle forze di sicurezza sulle montagne della penisola del Sinai, dov’è rimasto probabilmente vittima di una caduta fatale”, ha affermato la Comunità dell’Emmanuele sul suo sito web lunedì 9 maggio.

Il sacerdote di 32 anni sarebbe dovuto tornare al Cairo venerdì sera, e dopo un allarme della sua parrocchia alla Polizia egiziana per scomparsa, il suo corpo è stato ritrovato sabato 7 maggio sulle montagne del Sinai, in Egitto, dove si era recato da solo. Si pensa sia caduto da un’altezza di 150 metri quando era a poca distanza dalla cima del Monte Santa Caterina, opposto al Monte Sinai.

L’annuncio della sua morte ha provocato grande commozione nella giovane Comunità dell’Emmanuele del Cairo, come anche nella diocesi di Parigi, in cui Steven aveva trascorso parte dei suoi anni di seminario. Artista e cantante, nell’agosto 2020 Steven Labat aveva partecipato a un musical su Santa Teresa di Lisieux, ed era stato ordinato sacerdote nella chiesa di Saint Sulpice di Parigi dall’arcivescovo Aupetit il 26 giugno 2021.

Un anno di studio del rito melchita al Cairo

Nato nel 1990 a Montreal (Canada) in una famiglia libanese, Steven aveva vissuto in Egitto per molti anni, ed era un sacerdote della Comunità dell’Emmanuele. Durante il suo anno diaconale, aveva servito nella parrocchia di Saint Joseph des Nations di Parigi, e dopo l’ordinazione era stato mandato per un anno a studiare al Cairo, per familiarizzare con il suo rito originario, quello melchita, in una parrocchia della Chiesa cattolica romana al Cairo. Doveva tornare in Francia a settembre nella parrocchia dell’Emmanuele di Saint Nicolas des Champs, dove aveva trascorso alcuni anni durante i suoi studi in seminario.

Il suo funerale è stato celebrato a mezzogiorno di martedì 10 maggio nella basilica del Cairo, nel distretto di Heliopolis, ed è stato trasmesso in diretta su Internet. A Parigi, una Messa in sua memoria verrà celebrata nella chiesa di Saint Nicolas des Champs alle 14.30 di sabato 21 maggio, presieduta dal vescovo Philippe Marsset, vescovo ausiliare di Parigi, e concelebrata da p. Henri-Marie Mottin, alla guida dell’associazione clericale della Comunità dell’Emmanuele.

Qualche settimana prima della sua ordinazione, Steven Labat aveva chiesto preghiere per le vocazioni e perché i giovani ascoltassero la voce di Dio.

Tags:
mortesacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni