Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 28 Novembre |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Costa Rica: sacerdote “picchiato, insanguinato e con degli stracci in bocca”

COSTA RICA

Facebook

Pablo Cesio - pubblicato il 20/05/22

La Chiesa del Costa Rica diffonde un comunicato in cui condanna l'aggressione ed esorta le autorità a incrementare le azioni per affrontare in modo efficace la criminalità

Il sacerdote Adalberto Dorati, parroco della diocesi di Limón (Costa Rica), è stato aggredito in modo violento la notte di domenica 15 maggio, secondo quanto hanno reso noto media locali. “È stato aggredito brutalmente, grazie a Dio sta bene e si sta riprendendo”, è stata la prima risposta offerta dalla diocesi di Limón dopo quanto accaduto al presbitero.

Secondo quanto ha indicato Teletica, due malviventi armati hanno assaltato la chiesa di Campo 2 di Cariari e hanno picchiato e imbavagliato il sacerdote.

“I fedeli della parrocchia si sono resi conto dell’attacco e sono andati ad aiutarlo. Lo avevano legato mani e piedi e gli avevano riempito la bocca di stracci. Lui è riuscito a liberarsi e a gridare, e quindi lo hanno sentito”, ha affermato un testimone, Carlos Losano.

L’episodio è avvenuto nel giorno della festa in onore del santo patrono Sant’Isidoro Lavoratore, occasione in cui si era svolta una raccolta fondi per apportare dei miglioramenti nella chiesa.

“Erano due assalitori, cercavano denaro, quindi l’hanno colpito perché non aveva i soldi, sono entrati con violenza, si sono portati via il televisore, il cellulare personale e quello della parrocchia, come anche due computer, quello personale e quello dell’ufficio parrocchiale”, ha aggiunto Losano.

Dopo l’aggressione, il sacerdote è stato trasferito in un centro medico con molteplici lesioni, e il fatto ha suscitato commozione in Costa Rica, dove la violenza si è trasformata in tema di conversazione.

Il messaggio della Chiesa di fronte a tanta violenza

“Nelle ultime ore, la diocesi di Limón, attraverso il suo vescovo, Javier Román Arias, ci ha messi in guardia su fatti che condanniamo e che devono esortare tutti noi ad agire. La nostra richiesta iniziale è alle autorità perché possano implementare le azioni necessarie per affrontare in modo efficace la criminalità”, ha affermato la Chiesa del Costa Rica attraverso un messaggio.

“I fatti di violenza delle ultime ore contro un sacerdote nella parrocchia in cui svolge il suo servizio e l’assassinio di una persona in un centro educativo ci riempiono di dolore e di lutto. Siamo solidali con la provincia limonense, con tutte le persone di buona volontà che abitano in questo amato territorio”, ha proseguito la Chiesa. “È inaccettabile che l’ondata di corruzione e criminalità distrugga la nostra società”.

Le autorità ecclesiali hanno anche sottolineato l’aumento della violenza, della criminalità e del narcotraffico nel Paese.

La Chiesa del Costa Rica ha anche proposto che questo giovedì, 19 maggio, nelle Eucaristie e ore sante delle varie comunità si pregasse per la pace. “Rivolgiamo un appello ai sacerdoti affinché invitino i fedeli ad avvicinarsi e a unirsi per questa preghiera”.

“Nel nostro appello alle autorità, esortiamo tutte le forze politiche a cercare soluzioni per proteggere la nostra Nazione”.

Tags:
costa ricasacerdoteviolenza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni