Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 08 Agosto |
San Gaetano Thiene
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Troppe fake news su Facebook, Instagram e co. Il Papa: istigano all’odio

POPE FRANCIS

Antoine Mekary | ALETEIA

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 25/07/22 - aggiornato il 25/07/22

E' necessario dunque «contrastare la menzogna e la disinformazione» sui social network. Secondo il pontefice non sono sempre strumenti di informazione positivi

Il Papa torna contro le fake news e sottolinea che «l’uso dei media digitali, in particolare dei social media, sollevato un certo numero di gravi questioni etiche». «A volte e in alcuni luoghi, i siti dei media – dice in un messaggio al congresso mondiale di comunicatori cattolici di Seul – sono diventati luoghi di tossicità, incitamento all’odio e notizie false» (Ansa, 22 luglio).

Spesso anche il pontefice si è trovato al centro di notizie false fatte circolare con “catene” social.

TITLES

Menzogna e disinformazione

E’ necessario dunque «contrastare la menzogna e la disinformazione», aggiunge affermando «la necessità di aiutare le persone, soprattutto i giovani, a sviluppare un senso critico, imparando a distinguere il vero dal falso, il giusto dall’errato, il bene dal male» (AdnKronos, 22 luglio).

Il Papa “vota” I social network

Nel messaggio ai partecipanti al congresso mondiale dei comunicatori cattolici, che si tiene nella Corea del Sud, il Papa invita alla sorveglianza sui media digitali ma allo stesso tempo sottolinea la loro importanza. 

«La rivoluzione dei media digitali degli ultimi decenni – ha detto il Papa – si è rivelata un potente mezzo di promozione della comunione e del dialogo all’interno della nostra famiglia umana. Infatti, durante i mesi di lockdown dovuto alla pandemia, abbiamo visto chiaramente come i media digitali potessero unirci, non solo diffondendo informazioni essenziali, ma anche superando la solitudine dell’isolamento e, in molti casi, unendo intere famiglie e comunità ecclesiali nella preghiera e nel culto»

PHONE

La “pace” su Facebook, Instagram e co. 

Il problema dunque è vigilare nel loro uso corretto evitando che diventino veicolo di fake news, «disinformazione» e «odio», e occorre anche contrastare – conclude Papa Francesco – il fatto che «tante comunità nel nostro mondo rimangano escluse dallo spazio digitale» ed operare affinché la rete sia sempre uno spazio per promuovere «la pace»

Tags:
disinformazionefake newspapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni