Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 14 Aprile |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Quali preghiere recitare al cimitero?

cimetière

Anastazja Szubska I Shutterstock

Anna Ashkova - pubblicato il 02/11/22

Nelle feste di Ognissanti e all’indomani, nel giorno della commemorazione di tutti i fedeli defunti, in molti si recano ai cimiteri per visitare le tombe dei loro cari. Giornate dedicate alla commemorazione e alla preghiera d’intercessione.

In occasione di Ognissanti e della commemorazione di tutti i fedeli defunti, il 2 novembre, è cosa abituale recarsi al cimitero per fare memoria dei cari defunti. «È l’occasione per i cristiani di affermare e di vivere la speranza nella vita eterna data dalla risurrezione di Cristo», spiega ad Aleteia padre Marc Ketterer, delegato della diocesi di Nanterre per la pastorale dei funerali. 

Il cimitero – prosegue – è un “dormitorio” dove andiamo a fare memoria di quelli che amiamo per chiedere al Signore di farci sperimentare nell’amore e nella fede quello che vivono per sempre le persone chiamate alla vita eterna. In questo luogo, in cui tutto è morto, annunciamo la Risurrezione. 

Preghiamo per unirci al Signore stesso, che è risorto e che dona le parole e i gesti della vita eterna (Gv 6,68). 

A tutti coloro che si recano al cimitero il 2 novembre, padre Marc Ketterer consiglia di leggere la prima lettera dell’apostolo San Paolo ai Tessalonicesi (in particolare la pericope in 4,13-18), che riassume benissimo come il Signore accoglie quanti muoio, ma evoca anche l’invito alla speranza nella risurrezione dai morti. 

Padre Ketterer torna anche sull’importanza della preghiera per i morti: 

La preghiera per i morti ci aiuta personalmente nel nostro lutto e nel nostro dolore, ma tale preghiera ci orienta anche verso Dio, perché come insegna la tradizione della Chiesa la morte non è la fine di tutto. 

Nella sua opera “La Mort”, il teologo Henri Bourgeois dice: 

I morti hanno qualcosa da fare che Dio dà loro come una ri-creazione di loro stessi. Essi devono assumere il loro passato negativo, ma anche positivo, con lucidità pacificata e con l’energia spirituale che Dio comunica loro. 

In tal senso – commenta padre Ketterer – noi stessi possiamo affidarli, mediante la nostra preghiera, all’amore misericordioso di Dio. 

Ecco una breve selezione di preghiere da recitare al cimitero. E vale appena la pena di ricordare che la commemorazione dei defunti, il 2 novembre, non è la sola giornata dell’anno in cui preghiamo (o possiamo farlo) per i defunti. La Chiesa prega per loro ogni giorno. 

L’eterno riposo 

L’eterno riposo dona loro, Signore,
e risplenda ad essi la luce perpetua.
Riposino in pace. Amen. 

La tomba degli uomini, segno di speranza nella Risurrezione 

Signore Gesù Cristo, prima di risuscitare hai riposato tre giorni nella terra,
e da quel giorno la tomba degli uomini è divenuta, per i credenti, segno di speranza nella Risurrezione. 

Noi ti preghiamo, tu che sei la Risurrezione e la Vita:
concedi ai morti di riposare in pace in questa tomba, fino al giorno in cui li sveglierai, perché essi vedano
coi loro occhi, nella chiarezza del tuo volto, la luce che non tramonta mai. 

Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. 
Amen. 

Sanctuaire Notre-Dame de Montligeon

Saremo uniti dall’Amore 

Lì dove io sono, lì siete – anche voi.
E lì dove voi siete, lì sono – anche io. 

Siamo un solo corpo.
Anche se il luogo ci separa,
l’amore ci unisce. 

La morte in sé non può rompere la nostra unione.
Amen. 

Saint Jean Chrysostome

Ti preghiamo per quanti ci hanno lasciati… 

Signore, tu accogli ogni vera preghiera
e ascolti anche i nostri silenzi. 

Noi ti preghiamo per quanti ci hanno lasciati:
trovino presso di te la pace e la gioia
con tutti quelli che chiami
a entrare nel tuo Regno. 

Per Gesù, il Cristo, nostro Signore.
Amen. 

Dans l’espérance chrétienne – célébration pour les défunts (ed. Mame)

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
cimiterocommemorazione dei defuntidefuntipreghierapreghiere
Top 10
See More