Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Perché la data di Pasqua è fissata secondo un calendario lunare?

MOON; LUNE

© Pixabay

Edifa - pubblicato il 16/04/22

A differenza di altre feste tradizionali come il Natale, la data di Pasqua non è fissa. Perché cambia ogni anno?

dipadre Alain Bandelier

La Pasqua è una festa mobile: la Sua data varia da un anno all’altro. È vero che è abbastanza scomodo a livello pratico, ma è anche una buona occasione per ricordarci il radicamento della tradizione cristiana nella tradizione ebraica.

Il giorno in cui la Pasqua cristiana non coincise più con la Pasqua ebraica

Prima di essere una festa cristiana, Pesach è una festa biblica ed è anche originariamente una celebrazione della natura. Nella cultura nomade, l’anno inizia in primavera; si celebra l’agnellatura, che assicura il futuro del gregge e la prosperità del clan. Nella cultura sedentaria e rurale, l’anno comincia in autunno, all’inizio del ciclo del lavoro nei campi. Ma si celebra in primavera i primi covoni d’orzo: è la festa degli Azzimi, che all’origine era distinta dalla festa di Pasqua.

Su questo sfondo, il Libro dell’Esodo disegna la grande epopea dell’uscita dall’Egitto e la traversata del mare. Il 14 del mese di Nisan (“il primo mese”) diventa così una specie di festa nazionale. Il calendario di Israele è un calendario lunisolare: i dodici mesi corrispondono al ciclo lunare (ventinove o trenta giorni), e periodicamente un mese supplementare permette di riallineare l’anno sul ciclo del sole.

I cristiani invece seguono il calendario giuliano. Sotto Giulio Cesare, in effetti, Roma passò da un anno di dieci mesi e 355 giorni, con inizio a marzo, al nostro anno di dodici mesi e 365 giorni, con inizio il primo gennaio. La Pasqua cristiana non coincise più quindi con la Pasqua ebraica: si volle celebrare non la data esatta della Resurrezione, ma la domenica più vicina a questa data. Quello che era solo il primo giorno della settimana è diventato, in effetti, la domenica: dies dominicalis (giorno del Signore).

Perché la data di Pasqua non coincide in tutte le Chiese cristiane? 

C’è un’ulteriore complicazione: la data della Pasqua non coincide in tutte le Chiese cristiane. L’anno del calendario giuliano durava undici minuti in più. Nel Rinascimento, la differenza di tempo così accumulato non era più sopportabile, e Papa Gregorio XIII abolì dieci giorni, è per questo che Santa Teresa d’Avila morì nella notte tra il 4 e il… 15 ottobre 1582! Lui stesso soppresse ugualmente alcuni anni bisestili all’inizio del secolo. 

Ma il mondo ortodosso non segue il calendario gregoriano. Da entrambe le parti si osserva la stessa regola, promulgata al Concilio di Nicea: la Pasqua è la domenica successiva al quattordicesimo giorno di luna dell’equinozio di primavera. Ma a seconda che il calcolo sia giuliano o gregoriano, la festa può essere celebrata lo stesso giorno (come nel 2007, nel 2011 o nel 2014), o fino a quattro o cinque settimane dopo (come nel 2002 o quest’anno).

Tags:
pasqua
Top 10
See More