Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 24 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Perché gli uomini liberi, come Gesù, ci fanno paura?

WEB3_JESUS_SCULPTURE_STRENGTH_Albert_CC

Albert-cc

Gesù e la scultura di Albert Strenght.

padre Carlos Padilla - pubblicato il 26/10/17

Quanto è duro il cuore di chi giudica credendosi in possesso della verità, padrone della religione!

I farisei volevano mettere alla prova Gesù: “Dicci dunque il tuo parere: È lecito o no pagare il tributo a Cesare?” Non importava la risposta. Volevano solo che Gesù prendesse una posizione. Che dicesse ciò che pensava. Che chiarisse il suo atteggiamento. Puntavano a screditarlo e a farlo morire.

Spesso nella vita voglio che gli altri prendano posizione. Che dicano ciò che pensano davvero. E optino per un atteggiamento chiaro. Forse quando ho incasellato l’altro nella sua risposta mi è più facile attaccarlo, o denigrarlo, o includerlo nel gruppo di quelli che disprezzo, o ignoro, o non ammiro.

Nella vita molti vogliono che anch’io scelga. Che dica da che parte sto. Chi sostengo. Chi respingo. Che dica se sono bianco o nero, del nord o del sud. Di sinistra o di destra. Per collocarmi in un punto esatto. In un gruppo. In idee determinate.

In questo modo sono più controllabile. Così le mie opinioni sono caratterizzate dalla mia appartenenza. Sarò incasellato per sempre. Qualunque cosa dica. Qualunque cosa faccia. La mia vita avrà valore o smetterà di averlo in base alla posizione di chi mi ascolta.

I farisei volevano che Gesù facesse lo stesso. Volevano che prendesse una posizione. Volevano fare bella figura e che Gesù si esponesse davanti alla gente.

Mi commuove e mi intristisce pensare a Gesù destinatario di parole ingannevoli. C’è doppiezza nei farisei. Mormorano contro di Lui. Sono le strategie del mondo. Ma Gesù non è così. Egli è venuto a cercare tutti. Anche se non tutti l’hanno seguito.

Alcuni non lo hanno seguito ma sono stati onesti con Lui. Altri forse lo hanno conosciuto fugacemente ma hanno continuato la propria vita lontano da Lui. Ad alcuni ha cambiato il cuore, ha cambiato la vita. Altri si sono posizionati contro di Lui e hanno agito con l’inganno.

Quanto è duro il cuore di chi lo giudica credendo di possedere la verità, di essere padrone della religione! Quanta durezza in chi lo deride e cerca di fargli perdere autorità davanti alla gente!

Gesù ha vissuto nella sua vita quello che vivo anch’io. Mi risulta difficile rapportarmi alle persone caratterizzate dalla doppiezza. Quelle che non sono chiare e dirette. Quelle che mormorano alle mie spalle. Quelle che non hanno un’unica intenzione e che hanno sempre un secondo fine.

Mi costa parlare con le persone che ti dicono una cosa ma ne pensano una diversa. Ti adulano, ma poi dietro parlano male di te. Hanno intenzioni nascoste. Tengono gli assi nascosti nella manica. Elaborano strategie cercando di farti cadere. Ordiscono piani contro di te, mascherati, occulti.

Mi fa pena la gente che non è diretta, trasparente. Chi ha perduto l’innocenza.

Lo riconosco, mi piace la gente pura. Le persone che si arrabbiano e chiedono subito perdono. Quelle che ti guardano senza doppiezza e ti parlano chiaramente. Sai dove vogliono arrivare. Non hanno seconde intenzioni. Mi piacciono quelli che sono capaci di lodare ciò che è bello.

Ammiro chi si lascia aiutare e non cerca di imporre la sua volontà ad ogni costo. Mi piace chi esprime la propria opinione senza paura della mia risposta, schiettamente. Mi piacciono le persone che fanno tutto alla luce del sole, che non mi inganneranno mai.

Mi fa male la mancanza di innocenza dei farisei. Gesù, che è la verità, ha dovuto affrontare la menzogna. Egli che è la luce ha dovuto affrontare l’oscurità.

Vedo quanto a Gesù costi la falsità. Ha subito il dolore di non essere amato da tutti. Molti lo seguivano, e forse la sua fama ha suscitato l’invidia di altri abituati ad avere potere e autorità. Quanto è umano tutto questo!

Vogliono sminuire Gesù per brillare loro. Vogliono che rinunci alla sua libertà fondamentale limitando le sue opzioni. Che rinunci alla sua essenza di uomo libero, di figlio di Dio. Vogliono che assuma posizioni che dividono. Che adotti opzioni che escludono.

Forse fa paura chi non prende posizione. Fa paura l’uomo libero, perché non si sa come reagirà. Non l’ho incasellato in un atteggiamento rigido in cui conosco le sue opzioni di vita, il suo modo di pensare. L’uomo che prende posizione è controllabile. L’uomo libero sfugge ad ogni controllo.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
fariseigesù cristo
Top 10
See More