Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 24 Febbraio |
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

Sapevate che Henri Matisse ha progettato una cappella cattolica?

balloide-photo-successionhmatisse3

© Balloide Photo © Succession H Matisse

Cappella del Rosario di Vence.

Marie La Goaziou - pubblicato il 11/10/18

Il grande artista realizzò ogni dettaglio di questa cappella situata sulla Riviera francese, dalle vetrate alle acquasantiere

A Vence (Francia), i Domenicani del Santissimo Rosario pregano all’interno di una vera opera d’arte. La loro cappella è stata infatti progettata da Henri Matisse, che la riteneva il suo capolavoro, il culmine di tutta la sua vita attiva. Il pittore non era un cattolico praticante, ma quando venne colpito da una malattia fu assistito da una giovane infermiera che poi entrò nell’Ordine domenicano. Colpito dalla vocazione dell’infermiera, che divenne suor Jacques Marie, propose ai Domenicani di costruire la loro cappella dalla A alla Z, dalle mura al mobilio e ai paramenti liturgici. Nella storia dell’arte non c’è nulla di simile.

Quattro anni di lavoro

Mentre progettava la cappella, l’artista si affidò a dei consulenti religiosi, fr. Rayssiguier e padre Couturier. Beneficiò anche del know-how del suo amico architetto Auguste Perret. Per quattro anni, dal 1948 al 1951, elaborò i progetti per l’edificio e tutti i dettagli della sua decorazione.

La cappella è il culmine della sua ricerca di concisione e sobrietà. Dall’esterno, le uniche cose che si notano della chiesa sono il tetto a tegole bianche e blu e la croce in ferro battuto alta 13 metri, con lune crescenti e fiamme dorate. Una volta varcata la soglia, però, si viene avvolti da un senso di spaziosità e serenità.

CHAPEL
© Balloide Photo © Succession H Matisse

Vetrate che illuminano

Matisse ha pensato attentamente alle variazioni di luce, usando il sole che filtra attraverso le vetrate per dar vita a forme e colori. 15 vetrate verticali punteggiano la facciata orientale dell’edificio. Le zone trasparenti verdi e blu, simboli del cielo e della terra, sono contrastate dal giallo divino che diffonde una luce tenue. Con i raggi del sole del mattino, la cappella si ravviva dal pavimento al soffitto. Sulle pareti ci sono tre dipinti in nero su mattonelle di terracotta che riflettono e trasformano la luce e rappresentano San Domenico, la Madonna col Bambino e la Via Crucis.

MATISSE CHAPEL
MOIRENC Camille I hemis.fr I Hemis

Una Via Crucis straordinaria

Quanto alla Via Crucis, Matisse ha affermato: “Ho lavorato per due anni a questo soggetto, e l’ho realizzato in due ore”. Anziché essere disseminata sulle pareti della cappella, l’artista ha riunito tutte le stazioni sullo stesso pannello, da leggere dal basso verso l’alto come il tortuoso sentiero in salita verso il Golgota. Per raggiungere questa estrema semplicità dei tratti, Matisse si è ispirato a Rubens, Grünewald e Mantegna. Per comprendere tutto il processo, bisogna ammirare tutti gli schizzi preparatori presentati di recente nello spazio museale adiacente alla cappella. “Ho sempre cercato di nascondere i miei sforzi”, ha detto Matisse. “Ho sempre voluto che le mie opere avessero la luce e la gioia della primavera che non fanno mai sospettare la fatica che sta dietro”.

CHAPEL
© Balloide Photo © Succession H Matisse

Paramenti liturgici eccezionali

Una volta terminata la cappella, Matisse ha anche ideato i paramenti liturgici, facendo quindi di ogni celebrazione un momento di arte sacra. Padre Couturier gli ha fornito il modello di una casula, e lui ha realizzato sei casule i cui modelli sono in mostra. Per ammirare quest’opera veramente totale, perché poi non assistere alle preghiere alla presenza dei religiosi? Nei giorni feriali recitano le lodi alle 9.00 e i vespri alle 18.30, mentre la Messa viene celebrata il mercoledì alle 18.15 e la domenica alle 10.00.

Cappella del Rosario
466 avenue Henri Matisse, 06140 Vence
04.93.58.03.26.
http://chapellematisse.com

Tags:
arte contemporaneacappella
Top 10
See More