Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 28 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Cos’è la lettura spirituale, e come si fa?

Proboszcz zachęcał do głosowania na konkretną partię. Został upomniany

Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 03/10/19

di padre Juan Carlos Vásconez

La spiritualità cristiana intende per “lettura” la pratica di approfondire libri che ci portano a nutrire e ravvivare la vita spirituale. È assai raccomandabile includere questa pratica tra le norme che formano il progetto di vita spirituale, visto che è un mezzo importante per avere un rapporto continuo con Dio nelle circostanze della vita ordinaria.

Necessaria come la preghiera per la vita interiore è la lettura dei libri santi. Scrive San Bernardo che “la lettura spirituale ci prepara alla preghiera e alla pratica delle virtù”, aggiungendo a mo’ di conclusione: “La lettura e la preghiera sono le armi con cui si vince il demonio e si conquista il cielo”. Per questo, Sant’Attanasio spiega che “non si può trovare chi, dedicandosi al servizio del Signore, non sia un grande amante della lettura spirituale”.

Questa norma ha l’obiettivo di edificare, consolare e rafforzare l’anima. È cibo che orienta verso la preghiera, accende la carità e invita a pregare. Unisce le due dimensioni inseparabili dell’uomo, l’affetto (promuove l’amore per Gesù Cristo) e l’intelletto (migliora la conoscenza della dottrina cristiana).

Come si fa?

Si raccomanda di dedicare in modo costante, se possibile ogni giorno, dai 10 ai 15 minuti a questa pratica. È essenziale realizzarla con vero raccoglimento, e cercando di trarre profitto dal testo per il proprio dialogo con Dio e il miglioramento della condotta. La lettura rappresenta uno spunto di conversazione con Lui e un mezzo per raggiungere la presenza di Dio nella vita ordinaria.

San Josemaría lo ha plasmato nel suo libro “Cammino”: “Nella lettura – mi scrivi – formo il deposito di combustibile. Sembra inerte, ma è da lì che spesso la mia memoria trae spontaneamente materiale che riempie di vita la mia preghiera e accende il mio senso di gratitudine dopo essermi comunicato”. Per questo, consigliava anche in circostanze difficili: “Non abbandonare la tua lezione spirituale. La lettura ha creato molti santi”.

Questo articolo fa parte della serie sul progetto di vita 10 Min con Jesús América Latina. Per consultare altro materiale sulla serie potete seguirci su Instagram o Facebook.

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link

Tags:
leggere
Top 10
See More