Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 28 Febbraio |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Rabbino di Odessa non osserva lo Shabbat e salva 250 orfani

UKRAINE

@HumansOfJudaism

Karol Wojteczek - pubblicato il 03/03/22

Secondo VINnews, il rabbino di Odessa, Szlomo Bakszt, ha deciso di infrangere il divieto di viaggiare di sabato per evacuare in modo sicuro 250 bambini dell'orfanotrofio locale. Poco prima, le bombe russe erano cadute accanto alla struttura

“Ci sono state tre grandi esplosioni accanto all’orfanotrofio. I bambini erano spaventati, piangevano. Volevamo portarli più vicini al centro della città, ma la situazione stava diventando sempre più pericolosa”, ha reso noto il rabbino capo di Odessa, Szlomo Bakszt.

Dopo aver consultato l’Ufficio del Primo Ministro e del Ministero degli Esteri di Israele, la comunità ebraica di Odessa ha deciso di evacuare i suoi bambini nell’Ovest del Paese.

La mattina di venerdì 25 febbraio, otto autobus hanno portato via i bambini, il personale dell’istituto e il rabbino con la sua famiglia dall’orfanotrofio di Odessa. Qualche ora dopo, altri missili russi sono caduti vicino all’edificio dell’orfanotrofio.

“È un vero miracolo che siamo riusciti a fuggire in tempo. Un autentico miracolo”, ha sottolineato il rabbino Bakszt.

Salvare vite umane ha la priorità

Per via dei giganteschi ingorghi provocati dall’evacuazione dei civili, il viaggio è durato fino al mattino del giorno seguente, sabato, ovvero il giorno del riposo santificato dalla legge ebraica.

Il rabbino Bakszt ha tuttavia deciso di continuare l’evacuazione, in base al principio ebraico del pikuach nefesh. A suo avviso, salvare vite umane ha la priorità su tutte le altre norme religiose.

La volontà di Dio

“Ho detto ai bambini che dobbiamo agire sempre in base alla volontà di Dio, e in quel giorno di riposo la volontà di Dio era salvarci la vita”, ha spiegato il rabbino, sottolineando che il viaggio è stato estremamente provante per i responsabili dell’orfanotrofio.

Per preservare il carattere festivo della giornata, durante una delle soste il rabbino e gli altri che viaggiavano con lui hanno recitato il Kaddish, una delle preghiere principali di chi professa la religione ebraica, lodando Dio.

Tags:
orfanotrofirabbinoucraina
Top 10
See More