Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 16 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Bambino di 3 anni assassinato in una chiesa dedicata alla Madonna di Guadalupe

FRESNILLO

Decanato Fresnillo

Jaime Septién - pubblicato il 25/05/22

È accaduto a Fresnillo (Messico). Il piccolo Kaleb era con la madre nel tempio ed è stato raggiunto dai colpi d'arma da fuoco dei criminali

La città di Fresnillo, nello Stato di Zacatecas, è una delle più violente del Messico. Questo fine settimana è rimasta sconvolta perché un bambino di tre anni è morto assassinato a colpi di arma da fuoco all’interno della chiesa di Nostra Signora di Guadalupe.

La tragedia è avvenuta il 20 maggio. Secondo i testimoni, nella chiesa erano presenti varie persone quando due soggetti sono arrivati a bordo di una motocicletta e hanno aperto il fuoco per cercare di uccidere una persona che si era rifugiata all’interno della chiesa.

Il piccolo Kaleb Ortiz si trovava con la mamma nel tempio, ed è stato raggiunto dai colpi dei criminali. Altri due fedeli sono rimasti feriti, come anche la persona bersaglio dell’attentato. I malviventi si sono subito dati alla fuga.

Il giorno dopo, gli abitanti di Fresnillo sono accorsi in chiesa per chiedere giustizia e la fine della violenza nella loro città e in tutto lo Stato, vittima di continui “regolamenti di conti” tra bande del crimine organizzato e narcotrafficanti che si “disputano la piazza”.

“Basta con tante morti a Fresnillo”, hanno esclamato davanti alla chiesa, situato nel viale principale della città, culla di uno dei maggiori compositori messicani, Manuel M. Ponce.

Una grande croce di fiori e candele è stata collocata alla porta del tempio in memoria del piccolo Kaleb.

MEXICO

La Conferenza dell’Episcopato Messicano (CEM) ha diffuso un comunicato collegando questo assassinio a quello di padre José Guadalupe Rivas, avvenuto a Tijuana nei giorni scorsi, e ha richiamato l’attenzione di fronte all’ondata di violenza che non si ferma in ogni angolo del Paese.

I vescovi messicani hanno espresso il proprio rifiuto della violenza e hanno sottolineato che “ci intristisce e ci allarma l’assassinio di un bambino di tre anni nella chiesa di Nostra Signora di Guadalupe a Fresnillo, Zacatecas, che dimostra che si stanno superando tutti i limiti della violenza. Torniamo a rivolgere un appello a tutti a deporre le armi”.

Nella parte centrale del comunicato, i presuli messicani avvertono che “tutti i limiti della violenza e del rispetto umano si superano quando si attaccano un uomo di Dio (padre Rivas) e un altro (il piccolo Kaleb) nella casa del Signore, che merita tutto il nostro rispetto”.

Il messaggio della CEM ha quindi esortato i cattolici del Paese a continuare a pregare “perché le nostre autorità trovino le migliori vie di pacificazione e sicurezza di cui tutti abbiamo bisogno e che desideriamo, perché i criminali si pentano e cambino vita e perché tutti siano costruttori di pace”.

Tags:
bambinomadonna di guadalupemessicoomicidio
Top 10
See More