Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 18 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Un’eresia leggere la Bibbia come testo scientifico – La Messa su un materassino gonfiabile sciocca gli Italiani – & altro…

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
MANI GIUNTE BIBBIA

Deemerwha studio | Shutterstock

MANI GIUNTE; BIBBIA; SACRE SCRITTURE;

i.Media per Aleteia - pubblicato il 02/08/22

Ogni giorno, Aleteia offre una selezione di articoli scritti dalla stampa internazionale sulla Chiesa e le questioni principali che preoccupano i cattolici nel mondo. Le opinioni e i punti di vista espressi in questi articoli non sono quelli degli editori.

Martedì, 2 agosto 2022

1. Vescovo in Kazakistan spera che il viaggio del Papa porti la pace

2. L’astronomo del Papa: “Leggere la Bibbia come un testo scientifico è un’eresia”

3. Una Messa su un materassino gonfiabile in spiaggia sciocca gli Italiani

1. Vescovo in Kazakistan spera che il viaggio del Papa porti la pace

“Aspettiamo il Papa con tutto il cuore con la speranza che possa darci e dare al mondo un contributo di pace e di solidarietà”, ha affermato il vescovo italiano di Karaganda, in Kazakistan, monsignor Adelio Dell’Oro, in un’intervista all’agenzia stampa cattolica SIR dopo l’annuncio della visita di Papa Francesco al Paese dell’Asia Centrale dal 13 al 15 settembre. Il Pontefice visiterà la capitale Nur-Sultan per partecipare al VII Congress of Leaders of World and Traditional Religions. Il vescovo vede il viaggio come “una possibilità ecumenica molto grande” per Papa Francesco, e dice che “sembra che verrà anche il Patriarca Kirill”, intendendo che potrebbe trattarsi di un’opportunità per far sì che i due leader religiosi si incontrino di nuovo. Il presule dice anche di constatare nella popolazione del Kazakistan il desiderio di incontrare Papa Francesco, “una persona che ha una voce autorevole a livello mondiale”.

SIR, italiano

2. L’astronomo del Papa: “Leggere la Bibbia come un testo scientifico è un’eresia”

Guy Consolmagno non è un sacerdote come tutti gli altri. Il Gesuita, direttore della Specola Vaticana, è uno scienziato di spicco, ed è nella sua qualità di astrofisico che è stato intervistato dalla rivista spagnola Alfa y Omega. L’intervista riguarda una notizia di grande attualità, ovvero la pubblicazione delle prime immagini dell’universo scattate dal telescopio della NASA, ‘James Webb’. Il sacerdote racconta l’emozione che ha provato guardando per la prima volta queste immagini, evocandone la “bellezza”. Il successo della missione del telescopio Webb è “quasi un miracolo”, afferma, sperando che, con lo studio dell’immagine, gli scienziati possano trovare prove dell’esistenza dell’ozono, una condizione che implica l’esistenza di ossigeno libero, indicando che forse la vita è possibile sugli altri pianeti. Consolmagno ha anche spiegato che non separa “gli occhi della scienza dagli occhi della fede”, perché per lui i due punti di vista sono complementari l’uno all’altro, e mette in guardia contro una paura superflua delle scoperte scientifiche da parte di alcuni cristiani, soprattutto alla luce del fatto che l’estate prossima il telescopio Webb inizierà a trasmettere immagini di eventi avvenuti 13 miliardi di anni fa. “Qualsiasi cristiano che tema ciò che la scienza rivela sull’universo non ha semplicemente fede nella propria fede”, ha affermato, criticando come un’“eresia moderna” il fatto di considerare la Bibbia un testo scientifico. Al contrario, citando i nomi di Volta, Ampère, Mendel o Secchi, il sacerdote assicura che ci sono molti credenti che hanno aiutato e aiutano tuttora a comprendere meglio l’universo.

Alfa y Omega, spagnolo

3. Una Messa su un materassino gonfiabile in spiaggia sciocca gli Italiani

Quello lanciato dal vaticanista Francesco Antonio Grana è un grido di rabbia. Di recente, un sacerdote milanese ha celebrato la Messa in costume da bagno nel mare di Crotone, usando come altare un semplice materassino gonfiabile. “Non c’è giustificazione possibile per un episodio a dir poco vergognoso che ha offeso la sensibilità sia dei credenti che dei non credenti, offrendo un’immagine deprecabile di come una parrocchia italiana vive la liturgia”, ha affermato il giornalista. Sia la diocesi locale che l’arcidiocesi di Milano hanno condannato l’iniziativa di padre Mattia, che ha immediatamente chiesto scusa ed è stato indagato dal pm di Crotone per offesa a una confessione religiosa. Grana vede in questo episodio un segno del deterioramento della liturgia in alcune parrocchie italiane e arriva a parlare di “una marea di atti al limite del sacrilegio”, che attribuisce all’“egocentrismo di alcuni preti che sull’altare credono di calcare un palcoscenico” o si imbarcano in azioni disperate per provare a riportare i credenti in chiesa. Il giornalista punta anche il dito contro i vescovi, “a volte distratti, se non addirittura complici e capaci di profanazioni peggiori”. “Davvero coloro che partecipano alle celebrazioni vogliono questo?”, chiede retoricamente il giornalista, difendendo il diritto dei fedeli “alla Messa celebrata nel rispetto delle norme liturgiche” e che non deve “deve seguire le mode” o “la fantasia del celebrante”.

Il Fatto Quotidiano, italiano

vous devez
Vous n'avez
En créant

Tags:
bibbiaeresiapapa francescorassegna stampa internazionalescienza
Top 10
See More