Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 02 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Uccisa in Ucraina una madre di 12 figli, direttrice di un orfanotrofio familiare

Olga Semydyanova

@InnaSovsun

Karol Wojteczek - pubblicato il 18/03/22 - aggiornato il 28/06/22

Olga Semidianowa, 48 anni, è morta nei combattimenti nell'Oblast di Donetsk. Insieme al marito dirigeva un orfanotrofio familiare vicino Marganiec

Olga Semidianowa, di 48 anni, è morta in uno scontro armato il 3 marzo. Per via dei feroci combattimenti nella regione, non è ancora stata seppellita. Qualche ora prima di morire, la donna aveva scritto ai bambini che amava tanto e aveva inviato alla famiglia uno zaino con i suoi effetti personali.

“Quando mia madre era incinta, lei e mio padre hanno deciso che volevano allevare anche figli adottivi. Non sappiamo cosa li abbia spinti a farlo, forse la loro fede e la voglia di migliorare il mondo. Abbiamo fatto una riunione familiare in cui abbiamo sostenuto l’iniziativa, e i nostri genitori hanno preso sei bambini all’orfanotrofio. Erano tutti casi piuttosto ‘forti’. Avevano 11 anni, tutti con traumi psicologici passati… Ci è stato allora concesso lo status di orfanotrofio familiare. Mamma si è dedicata totalmente alla famiglia”, ricorda Anna, una delle figlie di Olga.

Sei figli biologici e sei adottati

Oltre ai sei bambini adottati, la famiglia Semidianov aveva anche sei figli biologici.

Perché una donna che si prendeva cura di tanti figli ha deciso di andare al fronte?

“Ogni volta che usciva, si congedava dicendo: ‘Se non andiamo noi, verranno nelle nostre case’”, ha riferito un’altra figlia, Julia. “Mamma non abbandonava quasi mai il luogo degli scontri diretti. Soprattutto, voleva aiutare la gente. La guerra si è portata via tanti dei suoi amici”.

Olga Semidianova ha servito nelle Forze Armate Ucraine come sarta, e poi, dopo la formazione, come infermiera. Aveva partecipato ai combattimenti nell’Oblast di Donetsk dallo scoppio della guerra nel 2014, ed era stata premiata varie volte per il suo coraggio e l’atteggiamento sul campo di battaglia, ricevendo, tra gli altri, il riconoscimento di grado più alto del Comandante in Capo delle Forze Armate Ucraine, la medaglia “Gloria e onore”.

La tradizione militare è viva nella maggior parte della famiglia Semidianow. Il marito e uno dei figli di Olga stanno servendo nella difesa territoriale, un altro difende Kharkiv come soldato professionista. Una delle figlie aiuta i militari come volontaria, un’altra è poliziotta. Julia è rimasta a casa per prendersi cura dei fratelli minori.

“L’unica consolazione è che mia madre ha la prima nipote, Sofia, che tra poco compirà sei mesi. A giorni anche nostro fratello maggiore avrà una figlia, che la nonna non prenderà mai in braccio. Nostra madre merita di essere ricordata, per le tante cose che ha fatto, per le lacrime che ha versato, per i sorrisi che ha donato”, ha concluso la figlia.

Tags:
guerramadriorfanotrofioucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Top 10
See More